Limiti della giurisdizione italiana rispetto ad azioni relative ad un disegno internazionale

Nota all’ordinanza n. 13504/2023 della Corte di Cassazione italiana

  • Caterina Benini Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
Palabras clave: Disegno internazionale, competenza giurisdizionale, validità del disegno, violazione del disegno, convenuti fittizi e connessione attributiva

Resumen

Con ordinanza n. 13504 del 2023, la Corte di Cassazione italiana si è pronunciata sulla

sussistenza della giurisdizione italiana rispetto ad azioni di accertamento della nullità della porzione italiana di un disegno internazionale e della non violazione della porzione tedesca del medesimo. Il presente contributo analizza alcuni aspetti sollevati dal caso di specie, quale l’identificazione del luogo di registrazione di un disegno internazionalmente registrato ai sensi dell’art. 24, n. 4, del regolamento Bruxelles I bis, la rilevanza del principio di territorialità rispetto all’identificazione del luogo dell’evento dannoso di cui all’art. 7, n. 2, del regolamento Bruxelles I bis rispetto alla violazione di una porzione nazionale di un disegno internazionale, e l’impatto che l’assenza di legittimazione passiva di uno dei convenuti può avere sul foro speciale per pluralità di convenuti di cui all’art. 8, n. 1, del regolamento Bruxelles I bis.

Descargas

La descarga de datos todavía no está disponible.
Consultas del resumen: 28
PDF (Italiano) : 23
Publicado
2024-02-29
Cómo citar
Benini, C. (2024). Limiti della giurisdizione italiana rispetto ad azioni relative ad un disegno internazionale: Nota all’ordinanza n. 13504/2023 della Corte di Cassazione italiana. CUADERNOS DE DERECHO TRANSNACIONAL, 16(1), 671-683. https://doi.org/10.20318/cdt.2024.8441
Sección
Varia