I conflitti di leggi davanti agli arbitri del comercio internazionale: note in tema di collegamento obiettivo alla luce del Regolamento Roma I

  • Pietro Franzina
Palabras clave: arbitrato commerciale internazionale, conflitti di leggi, contratti, obbligazioni extracontrattuali, principi generali del diritto internazionale privato

Resumen

Gli arbitri impiegano metodi diversi per individuare le regole di diritto applicabili al merito della controversia. In mancanza di electio iuris ad opera delle parti, tale operazione viene generalmente compiuta ricorrendo ora al metodo della voie directe, implicante per gli arbitri la possibilità di determinare senzaltro la disciplina materiale applicabile al rapporto litigioso, ora alle norme di conflitto che gli arbitri stessi ritengano appropriate alla fattispecie. In questo quadro, i pertinenti criteri di collegamento vengono in molti casi reperiti (o elaborati) secondo un procedimento che fa leva sui principi generali del diritto internazionale privato. Larticolo si sofferma sullimpiego di tali principi nella prassi odierna dellarbitrato commerciale internazionale, cercando di stabilire se, ed eventualmente in che termini, le disposizioni contenute nel regolamento comunitario Roma I sulla legge applicabile alle obbligazioni contrattuali rechino un riflesso dei predetti principi generali del diritto internazionale privato. 

Descargas

La descarga de datos todavía no está disponible.
Consultas del resumen: 1091
PDF : 1840
Publicado
2009-10-02
Cómo citar
Franzina, P. (2009). I conflitti di leggi davanti agli arbitri del comercio internazionale: note in tema di collegamento obiettivo alla luce del Regolamento Roma I. CUADERNOS DE DERECHO TRANSNACIONAL, 1(2), 328-338. Recuperado a partir de https://e-revistas.uc3m.es/index.php/CDT/article/view/89
Sección
Varia